Difendiamo "Uno di Noi"!

Petition to: European Commission

 

Difendiamo "Uno di Noi"!

chiuso
0100.000
  59.968
 
59.968 people have signed.

Difendiamo "Uno di Noi"!

Con oltre 1,7 milioni di firme, "Uno di Noi" è stata l'Iniziativa Europea con maggior successo finora. Ed è tutto grazie a voi, che avete reso possibile questo successo, esprimendo a gran voce il vostro sostegno e raccogliendo firme per mesi.

L'Iniziativa "Uno di Noi" sta affrontando un ultimo ostacolo e, per essere riconosciuta ufficialmente, ha bisogno del tuo aiuto un'ultima volta.

Aiutaci inviando una e-mail alla Commissione Europea a sostegno dell'iniziativa. Firmando questa petizione, verrà inviata automaticamente una e-mail alla direzione della Commissione Europea.

One of Us sta subendo un attacco da parte della International Planned Parenthood Federation ('Federazione Internazionale di Pianificazione delle Nascite') e dai membri abortisti del Parlamento Europeo. La tua e-mail alla commissione ci aiuterà a difendere "Uno di Noi".

È necessario che esista una voce in difesa della vita all'interno del Parlamento Europeo. "Uno di noi" è questa voce.


Cos'è "Uno di Noi"?

(visitate il nostro sito: http://www.oneofus.eu/initiative-explanation/)

One of Us” è una delle prime iniziative cittadine registrate all'interno dell'Unione Europea. Lo scopo è quello di promuovere in Europa (nei limiti delle competenze dell'UE) la difesa della vita umana a partire dal concepimento. Basandosi sulla definizione dell'embrione umano come l'inizio dello sviluppo dell'essere umano, affermata in una recente sentenza della Corte di Giustizia dell'Unione Europea (Brüstle contro Greenpeace), One of Us chiede all'UE di porre fine ai finanziamenti alle attività che presuppongono la distruzione dell'embrione umano, in particolare nel settore della ricerca, dello sviluppo e della sanità pubblica.

Questo obiettivo è raggiungibile attraverso un cambiamento della regolazione finanziaria dell'UE che determina le spese del budget dell'Unione. Il divieto di questi finanziamenti rappresenterebbe un grande contributo alla compattezza dell'UE.

One of Us gode di un ampio sostegno: chiese, politici, membri del Parlamento Europeo e leader della società civile si sono impegnati a sostenere l'iniziativa in modi diversi. Oltre al comitato responsabile, composto da sette cittadini provenienti da diversi paesi, un ufficio centrale di coordinamento dirige la campagna dell'iniziativa.

 

 

Questa iniziativa è stata creata e promossa da CitizenGO. Non si tratta di una campagna ufficiale del Comitato "Uno di Noi".

+ Letter to:

This petition is...

Closed!

Dare voce all'iniziativa "Uno di Noi"

Oltre 1,7 milioni di cittadini europei hanno firmato l'Iniziativa Cittadina One of Us. Il 10 aprile 2014 ha avuto luogo al Parlamento Europeo un'audizione sull'iniziativa, e il 9 aprile si è svolto un incontro tra i rappresentanti della Commissione Europea e il comitato dei cittadini.

La petizione è nata da una seria preoccupazione per i diritti umani. La petizione chiede l'approvazione di leggi con l'obiettivo di impedire la donazione di fondi per attività che prevedono o presuppongono la distruzione degli embrioni umani. Mentre lo scopo della petizione ha carattere generale, i settori sui quali bisogna concentrarsi sono le politiche europee di ricerca e sviluppo.

Riguardo al Programma Quadro Europeo per la Ricerca e l'Innovazione 'Horizon 2020', l'audizione al Parlamento Europeo ha mostrato che il quadro etico attuale è del tutto inadeguato. Quello che la Commissione Europea vuole far passare come impegno etico rigoroso non è altro che una dichiarazione secondo la quale non possono essere elargiti finanziamenti per attività ritenute illegali nel paese nel quale hanno luogo, o per attività ritenute illegali in tutti i 28 stati membri. In altre parole, un'attività di ricerca può essere ritenuta idonea ai finanziamenti dell'UE anche se è illegale in 27 stati membri su 28. E questo sarebbe l'impegno in campo etico della Commissione Europea?!

L'audizione ha inoltre rivelato che la ricerca controversa sulle cellule staminali embrionali viene considerata sempre meno utile in campo terapeutico. L'Unione Europea dovrebbe quindi spendere il proprio budget per ricerche più promettenti.

Per quanto riguarda il sostegno allo sviluppo, tutti riteniamo la lotta contro la mortalità materna nei paesi in via di sviluppo un obiettivo molto importante. Tuttavia questo obiettivo non giustifica i finanziamenti dell'UE per l'aborto nei paesi in via di sviluppo, in paesi dove questa pratica è legale o, come si è capito dall'audizione, anche dove non è legale.

L'aborto non aiuta a ridurre la mortalità materna, ma costituisce un serio rischio per la salute delle donne. Secondo le statistiche, la mortalità materna è più bassa in paesi dove sono previste leggi sull'aborto restrittive.

La Commissione Europea dovrebbe ascoltare i cittadini piuttosto che gli interessi dei promotori dell'aborto, come la IPPF.

Riteniamo inoltre che, vista la conformità della petizione con tutti i requisiti legali e formali e con i valori dell'UE stabiliti al tempo della sua nascita, non esiste alcun margine 'politico' di apprezzamento che permetterebbe alla Commissione Europea di bloccare il proseguimento della petizione.

Chiediamo con urgenza alla Commissione di dare una risposta appropriata all'iniziativa cittadina One of Us, avviando una procedura legislativa sulla base delle proposte di successo dell'iniziativa.

Cordialmente

Difendiamo "Uno di Noi"!

Firma subito questa petizione!

0100.000
  59.968
 
59.968 people have signed.