SIRACUSA: Stop Gender nelle scuole!

NO AL LAVAGGIO DEL CERVELLO

 

SIRACUSA: Stop Gender nelle scuole!

05.000
  2.417
 
2.417 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 5.000 firme.

SIRACUSA: Stop Gender nelle scuole!

Le famiglie di Siracusa denunciano allarmate l'adesione del Comune alla rete nazionale "Educare alle differenze", il principale network italiano di associazioni femministe, lesbiche, gay, bisessuali e transessuali.

L'attività delle associazioni che danno vita a Educare alle differenze ha già suscitano numerose polemiche, soprattutto dopo uno degli ultimi meeting nazionali a Roma, le cui criticità sono state denunciate dai quotidiani Il Tempo e Il Giornale

L'adesione della Città al progetto prevede lo stanziamento di fondi pubblici per finanziare l'attività delle associazioni promotrici in svariati contesti della pubblica amministrazione, e soprattutto, per quel che più ci sta a cuore:

per l’attivazione, all’interno delle scuole di competenza comunale, di corsi di aggiornamento professionali rivolti a educatrici/educatori e insegnanti di asili nido e scuole dell’infanzia, per promuovere l’inserimento di un approccio di genere nella pratica educativa, sia sotto il profilo teorico sia sotto il profilo operativo e didattico, per fornire strumenti e conoscenze in merito alla costruzione delle identità di genere e alla prevenzione delle discriminazioni culturali.

Di che si tratta? Dell'ideologia Gender più volte duramente denunciata anche da Papa Francesco, quando l'ha definita "uno sbaglio della mente umana", una "colonizzazione ideologica" che entra nelle scuole per imporre la propria dottrina come facevano i regimi totalitari del XX secolo

Le associazioni aderenti alla rete Educare alle differenze, infatti, fanno propria l'idea per cui l'identità di genere di una persona è fluida e indipendente dal suo sesso biologico, maschile o femminile. 

Si tratta di quell'ideologia che, ad esempio, ha portato Facebook, su richiesta dell'Arcigay, a moltiplicare le diverse identità sessuali che l'utente può scegliere al momento dell'iscrizione. Non più solo "uomo" o "donna", ma decine di altre "identità", come genderqueer, pangender, agender, bigender, transgender e via così...

Le stesse associazioni, quando svolgono i richiamati "corsi di aggiornamento professionali rivolti a educatrici/educatori e insegnanti di asili nido e scuole dell'infanzia", sono solite diffondere nelle scuole libri per spiegare ai bambini in tenera età come si possa nascere da "due mamme" e da "due papà": spiegano cioè ai nostri figli pratiche in Italia illegali come la fecondazione artificiale per lesbiche e l'utero in affitto.

Questo approccio, altamente ideologico, non può assolutamente essere la base su cui rieducare la mentalità dei figli dei siracusani, anche avendo come nobile e condivisibile fine la lotta alle discriminazioni. 

Dire che ogni donna è femmina e ogni uomo è maschio... non è una discriminazione! È la pura e semplice verità.

E le famiglie di Siracusa hanno il diritto di insegnare la verità ai loro figli e alle loro figlie. 

Che uomini e donne si nasce, non "si diventa". 

FIRMA SUBITO PER CHIEDERE AL COMUNE DI SIRACUSA DI NON SPENDERE UN SOLO EURO PUBBLICO PER LA COLONIZZAZIONE IDEOLOGICA DEL GENDER NELLE SCUOLE!

+ Letter to:

Firma subito questa petizione!

 
Please enter your first name
Please enter your last name
Please enter your email
Please enter your country
Please enter your zip code
CitizenGO proteggerà la tua privacy e ti terrà informato su questa campagna e sulle altre.

Basta ideologia nelle scuole di Siracusa!

Alla cortese attenzione del Sindaco di Siracusa Giancarlo Garozzo

Chiedo che il Comune di Siracusa non spenda un solo euro pubblico per dare attuazione alla recente adesione della Città alla rete "Educare alle differenze", collettivo partecipato da associazioni femministe, gay, lesbiche, bisessuali e transessuali per la sponsorizzazione nelle scuole comunali - sin dagli asili nido e dalle scuole dell'infanzia - dell'ideologia del Gender, per cui l'identità di genere di una persona sarebbe fluida e indipendente dal suo naturale sesso biologico maschile o femminile. Le associazioni di questa rete diffondono concezioni della sessualità e dell'affettività fondate su opinioni non avallate dalla scienza, oltre che dal senso comune dei cittadini e delle famiglie. Chiediamo che il Comune rispetti il diritto di priorità educativa delle famiglie di Siracusa.

Cordialmente

SIRACUSA: Stop Gender nelle scuole!

Firma subito questa petizione!

05.000
  2.417
 
2.417 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 5.000 firme.