DECRETO VACCINI: lo Stato non strappi i figli ai genitori!

Destinatario: Sergio Mattarella - Presidente della Repubblica

 

DECRETO VACCINI: lo Stato non strappi i figli ai genitori!

050.000
  26.668
 
26.668 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 50.000 firme.

DECRETO VACCINI: lo Stato non strappi i figli ai genitori!

FIRMA SUBITO PER CHIEDERE AL PARLAMENTO DI RESPINGERE IL DECRETO VACCINI DEL GOVERNO PER LE INACCETTABILI MULTE DI EURO 7.500 FINO ALLA SOSPENSIONE DELLA PATRIA POTESTÀ CON CUI VOGLIONO STRAPPARE I FIGLI AI GENITORI.


Il MOIGE - Movimento Italiano Genitori denuncia l’ingiusto ed incostituzionale decreto con cui il Governo italiano introduce la coercizione vaccinale ai bambini e ragazzi dagli 0 ai 16 anni con ben 12 vaccini, a pena di perdere la possibilità di iscrizione alla scuola infanzia o di pagare sanzioni fino a € 7.500, fino a vedersi addirittura strappati i propri figli da parte del Tribunale dei Minori. 

Non si comprendono assolutamente le ragioni politiche, sociali ed istituzionali di un intervento così invasivo e offensivo nei confronti della libertà delle famiglie alle prese con una delle più gravi crisi economiche degli ultimi decenni, dal momento che non si registra in Italia alcuna emergenza sanitaria, come peraltro dichiarato dal premier Gentiloni in conferenza stampa. L’Italia resta saldamente tra i 10 Paesi al mondo con la più bassa mortalità infantile.

Il colpo di mano del Governo appare come tentativo di nascondere le inefficienze relativamente alla gestione della profilassi vaccinale degli ultimi anni. Infatti: una rete vaccinale spesso inefficiente e burocratizzata, assenza di coinvolgimento ed azioni informative, con e per le famiglie, inesistenza di una anagrafe vaccinale nazionale, assenza di sistema di sorveglianza ‘‘attiva’’ capace di rilevare sempre le reazioni avverse da vaccino, una rete di sanitari con bassissima percentuale di vaccinati.

Tutto questo, peraltro, in aperto contrasto con i consolidati orientamenti provenienti dalle esperienze europee, dove l’obbligo risulta quasi ovunque assente, e dagli organismi sanitari europei, che non suggeriscono l’obbligo vaccinale bensì politiche volte all’informazione, raccomandazione, coinvolgimento, garanzie ed efficienza della rete vaccinale.

Il MOIGE chiede al Parlamento di respingere il decreto del Governo, ed a quest’ultimo di convocare con urgenza una grande conferenza nazionale sul tema della prevenzione vaccinale che permetta a tutte le categorie coinvolte di concordare efficaci strategie informative e sanitarie per il bene dei nostri figli, rispettose della convenzione di Oviedo.

+ Letter to:

Firma subito questa petizione!

 
Please enter your first name
Please enter your last name
Please enter your email
Please enter your country
Please enter your zip code
CitizenGO proteggerà la tua privacy e ti terrà informato su questa campagna e sulle altre.

Destinatario: Sergio Mattarella - Presidente della Repubblica

DESTINATARI:

Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica

Pietro Grasso, Presidente del Senato 

Laura Boldrini, Presidente della Camera

Paolo Gentiloni, Presidente del Consiglio dei Ministri

Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute

Sen. Luigi Zanda, Capogruppo Pd Senato

Sen. Paolo Romani, Capogruppo PdL Senato

Sen. Carlo Martelli, Capogruppo M5S Senato

Sen. Laura Bianconi, Capogruppo Ap Senato

Sen. Mario Ferrara, Capogruppo GAL Senato

Sen. Karl Zeller, Capogruppo Aut-Psi- Maie Senato

Sen. Lucio Barani, Capogruppo ALA Senato

Sen. Maria Cecilia Guerra, Capogruppo MDP Senato

Sen. Gian Marco Centinaio, Capogruppo Lega Nord Senato

Sen. Loredana De Pretis, Capogruppo Gruppo Misto Senato

On. Renato Brunetta, Capogruppo PdL Camera

On. Andrea Cecconi, Capogruppo M5S Camera

On. Lorenzo Dellai, Capogruppo DeS-CD Camera

On. Massimiliano Fedriga, Capogruppo Lega Nord Camera

On. Francesco La Forgia, Capogruppo MDP Camera

On. Maurizio Lupi, Capogruppo Ap Camera

On. Giulio Marcon, Capogruppo SI Camera

On. Giovanni Monchiero, Capogruppo CI Camera

On. Pino Pisicchio, Capogruppo Gruppo Misto Camera

On. Fabio Rampelli, Capogruppo FdI-AN Camera

On. Francesco Saverio Romano, Capogruppo ALA Camera

On. Ettore Rosato, Capogruppo Pd Camera

 

Mi unisco alla protesta del MOIGE - Movimento Italiano Genitori Onlus contro le irragionevoli abnormità del decreto governativo che introduce, senza nessuna emergenza sanitaria, ed in contrasto con la migliori pratiche vaccinali degli stati europei, l'obbligo di somministrare ai bambini e ai ragazzi dagli 0 ai 16 anni 12 diversi vaccini, a pena di non poterli iscrivere alla scuola dell'infanzia, di dover pagare sanzioni fino a €7.500 e di vedersi addirittura strappati i propri figli da parte del Tribunale dei Minori.

Stento a comprendere come il Governo di un Paese nella top 10 dei paesi con il più basso tasso di mortalita infantile, possa giustificare un intervento così invasivo e offensivo nei confronti delle famiglie alle prese con una delle più gravi crisi economiche degli ultimi decenni, dal momento che non si registra, come ha detto lo stesso Premier Gentiloni, alcun tipo di emergenza sanitaria in atto in Italia. Il provvedimento è in chiaro contrasto con la convenzione di Oviedo.

Chiede al Parlamento di respingere il decreto, decisamente incostituzionale, del Governo, ed a quest'ultimo di convocare con urgenza una grande conferenza nazionale sul tema della prevenzione vaccinale che permetta a tutte le categorie coinvolte di concordare efficaci strategie informative e sanitarie per il bene dei nostri figli, rispettose della convenzione di Oviedo.

Cordialmente

DECRETO VACCINI: lo Stato non strappi i figli ai genitori!

Firma subito questa petizione!

050.000
  26.668
 
26.668 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 50.000 firme.