Generazione Famiglia

Nei prossimi mesi migliaia di alunni italiani dagli 8 ai 16 anni saranno condotti dalle scuole a teatro per vedere uno spettacolo su un "bambino-bambina" che si sente maschioi giorni pari e femmina i giorni dispari, e deve convincere i suoi genitori che è una cosa del tutto normale. All'interno della petizione tutte le date e le tappe del tour. Firma e condividi la petizione per chiedere al Ministero dell'Istruzione di vietare la partecipazione delle scuole a questo vero e proprio lavaggio del cervello di massa dei nostri figli e nipoti.

La Centrale del Latte di Brescia, controllata dal Comune, ha predisposto una nuova campagna di marketing che trasmette messaggi ambigui e fuorvianti sull'identità della famiglia, chiaramente ispirati all'ideologia Gender. Firma per chiedere al Comune di evitare che riaccada in futuro.

Milioni di cittadini italiani sono scesi in piazza, in due distinte occasioni, per chiedere al Parlamento di abbandonare il disegno di legge Cirinnà sulle "unioni civili"; che mina il valore della famiglia naturale compreso nella nostra Costituzione (art. 29).

Generazione Famiglia apprende che alcune associazioni Lgbt hanno chiesto al Commissario Straordinario di Roma, Prefetto Francesco Paolo Tronca, di illuminare il Colosseo coi colori dell'arcobaleno in occasione della prossima "Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia" (17 maggio).

A seguito della querela da parte dell'Arcigay di Massimo Gandolfini, portavoce del Family Day, per presunte dichiarazioni diffamatorie pronunciate durante la sua attività divulgativa sul territorio contro l'ideologia Gender, chiediamo al presidente dell'Arcigay, Flavio Romani, di ribadire pubblicamente, a nome e per conto dell'organizzazione da l

Illustre Presidente Angelino Alfano,

illustri on. Beatrice Lorenzin ed Enrico Costa,

onorevoli Deputati e Senatori del Nuovo Centrodestra

 

Il tessuto sociale della famiglia italiana, già molto fragile e penalizzato economicamente e fiscalmente, rischia ora di subire ulteriori, profonde lacerazioni a causa del progetto di legge Cirinnà sulle unioni civili tra persone dello stesso sesso, attualmente all’esame del Senato.

Con la sentenza "Oliari" la Corte Europea dei Diritti Umani (CEDU) ha condannato l'Italia perché non riconosce giuridicamente le coppie omosessuali con un istituto "sostanzialmente allineato al matrimonio", cioè con le cosiddette "unioni civili". Secondo la CEDU l'Italia ha violato l'art.

L'Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria (il "garante per la pubblicità") ha recentemente ingiunto alla Huggies di non mandare più in onda il suo ultimo spot sui pannolini diversificati sulla base delle diverse esigenze di bimbi e bimbe (vedo il video: https://www.youtube.com/watch?v=LIFqCR

VITTORIA! Il governo italiano ha fatto ricorso. Ora il caso sarà analizzato nuovamente dalla Gran amera della Corte Europea. Grazie mille a tutti i firmatari!

Siamo venuti a sapere che il 3 febbraio scorso la Giunta comunale da Lei presieduta ha deciso di rilasciare un attestato alle “famiglie anagrafiche legate da un vincolo affettivo”, mettendo di fatto sullo stesso

Negli scorsi giorni il sindaco di Roma Ignazio Marino ha "celebrato" alcuni matrimoni tra persone dello stesso sesso. Si tratta di un atto non conforme alla legge italiana e di un'iniziativa assolutamente propagandistica, che serve solo a pubblicizzare la figura del sindaco di fronte all'opinione pubblica e a nascondere i molti problemi con

Lo scorso 1° luglio, il Consiglio regionale della Lombardia ha approvato la mozione 263, a difesa e promozione della famiglia naturaleL'iniziativa, che rappresenta un passo m

L’amministrazione di Facebook ha censurato il profilo personale del giornalista, blogger e già parlamentare Mario Adinolfi e della pagina dedicata al suo ultimo libro “Voglio la Mamma, da sinistra contro i falsi miti di progresso”, rese da ieri invisibili sul social network.

Il disegno di legge Scalfarotto, già discusso e approvato alla camera, intende contrastare l'omofobia.

Il direttore generale di Mozilla è stato licenziato per aver sostenuto una campagna a favore del matrimonio come unione di un uomo e una donna. Questa petizione intende manifestare il nostro sdegno all'azienda e invitare tutti i sottoscrittori a disinstallare dai propri computer il browser Mozilla Firefox.

AGGIORNAMENTO: Una circolare del Ministero dell'Istruzione ha bloccato la diffusione nelle scuole degli opuscoli in questione. Si tratta di un notevole risultato, ottenuto anche grazie a questa raccolta di firme. Grazie davvero a tutti i sottoscrittori.

Martedì 4 febbraio il Parlamento Europeo ha approvato la seconda risoluzione alternativa del rapporto Lunacek, sostanzialmente identica al documento originale. Le più di 200.000 firme raccolte da CitizenGO non sono riuscite a convincere gli eurodeputati del valore della famiglia, della libertà di opinione e di educazione e dell'universalità dei diritti umani.

Il Parlamento si sta preparando a discutere leggi che mettono in pericolo l'istituzione della famiglia, la libertà di espressione e di credo religioso e la libertà educativa. Con questa petizione, La Manif Pour Tous Italia chiede alle massime cariche dello Stato e ai presidenti dei gruppi parlamentari di Camera e Senato una maggior tutela della famiglia intesa come l'unione di un uomo e una donna.

Il Comune di Roma si appresta ad esporre, dal 9 al 15 gennario, la bandiera arcobaleno fuori dal Campidoglio. Chiediamo al sindaco Ignazio Marino di rinunciare a questa iniziativa.