Non mandate in onda la serie sul "bambino transgender"!

BASTA ABUSARE DEI BAMBINI

 

Non mandate in onda la serie sul "bambino transgender"!

050.000
  41.272
 
41.272 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 50.000 firme.

Non mandate in onda la serie sul "bambino transgender"!


+ + + Aggiornamento 23-10-2018 + + +

La petizione è stata ripresa dal quotidiano Il Tempo


Filippo Savarese, direttore delle Campagne di CitizenGO Italia


Adesso arriva in Italia anche la serie tv sul bambino transgender: basta con questo bombardamento!

Nei prossimi mesi andrà in onda sul canale FoxLife di Sky la serie tv "Butterfly" sulla storia di un "bambino transgender": Max, che però vuole diventare Maxine. 

La storia racconta come la famiglia di Max-Maxine vive questo trauma. Mentre il padre crede che sia solo un momento di confusione che può passare, la madre decide di assecondare il figlio-figlia nell'iniziare a comportarsi come se fosse davvero una femmina: vestendosi da bambina, truccandosi, etc. Ed è ovviamente la sensazione della madre che la serie presenta come quella 'giusta' e migliore per il bambino.

La serie è stata prodotta seguendo le indicazioni dell'associazione inglese Mermaids ('Sirenette'), che si occupa di incoraggiare i bambini che presentano confusione sulla loro identità a intraprendere il processo per cambiare sesso. L'associazione ritiene addirittura che si debba eliminare il limite minimo di 16 anni per la somministrazione di farmaci ormonali che bloccano la pubertà dei bambini -- con conseguenze anche gravissime per la salute, come l'infertilità.

La posizone di Mermaids è stata duramente contestata da altre realtà che si occupano del tema della confusione sessuale nei minori, e che ritengono che si stia diffondendo una informazione e una comunicazione assolutamente ideologica e non scientifica. Stephanie Davies-Arai, presidente di Transgender Trend, contesta duramente la propaganda che si sta imponendo, per cui quando un bambino presenta qualche disagio si deve immediatamente iniziare a somministrargli farmaci per il blocco ormonale altrimenti lo si lascerebbe in preda a istinti autolesionisti o addirittura al suicidio. 

Negli ultimi anni è stato dimostrato che dietro apparenti disturbi dell'identità sessuale si nascondono invece altre forme di disagio, o vere e proprie sindromi di autismo (è quanto dimostrato anche dal quotidiano Mail inglese: un terzo delle richieste di intervento del Servizio Sanitario per casi di disforia di genere si sono rivelati casi di autismo). 

In Inghilterra, poi, l'aumento vertiginoso di richieste di cambio di sesso da parte di minorenni è diventato un allarme così grave che lo stesso Governo ha avviato un'indagine per capire come mai stia accadendo. Come mai? Ma proprio per queste forme di propaganda!

È profondamente disonesto e pericolossissimo diffondere l'idea che si debba incoraggiare i bambini a cambiare sesso solo perché possono attraversare momenti di confusione o di disagio legati al proprio corpo o all'accettazione da parte degli altri. Soprattutto perché si tratta di bambini!

Con questa petizione chiediamo a SKY di non rendersi partecipe di questo grave bombardamento ideologico, non consentendo la messa in onda del programma sul canale FoxLife. Aiutaci firmandola e condividendola grazie!


+ Letter to:

Firma subito questa petizione!

 
Please enter your first name
Please enter your last name
Please enter your email
Please enter your country
Please enter your zip code
Per firmare seleziona una voce:
Trattiamo i tuoi dati personali in conformità con la nostra Informativa sulla privacy e ai nostri Termini di servizio.Firmando la presente accetta i Termini di Uso e la Policy della Fondazione CitizenGO, e accetta di ricevere in futuro altre comunicazioni sulle nostre attività e campagne. Può ritirare il consenso prestato in qualsiasi momento e senza alcun impegno. Grazie.

Non confondiamo i bambini! #StopButterfly su Sky


Destinatario: Andrea Zappia, AD Sky Italia

Trovo gravissimo che Sky ospiti la messa in onda sul canale FoxLife della serie tv inglese Butterfly, sulla storia di un bambino di soli 11 anni che "si sente femmina" ed è incoraggiato dalla madre ad assecondare questo disturbo comportandosi da bambina.

La serie è stata ideata seguendo i consigli dell'associazione Mermaid, che in Inghilterra si batte per la somministrazione di farmaci ormonali per il blocco della pubertà anche in minori sotto i 16 anni. Si tratta quindi di un prodotto televisivo che strumentalizza i bambini - diffondendo idee pericolosissime e antiscientifiche su come dovrebbero essere affrontati i gravi disagi identitari che possono verificarsi.

Chiedo a Sky di non farsi veicolo di un messaggio così grave e dannoso per la salute psicofisica dei minori, e di non consentire la messa in onda del programma.


Cordialmente

Non mandate in onda la serie sul "bambino transgender"!

Firma subito questa petizione!

050.000
  41.272
 
41.272 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 50.000 firme.