No alla "fermata LGBT" nella metro di Milano: è un bene di tutti

LA METRO È UN BENE COMUNE

 

No alla "fermata LGBT" nella metro di Milano: è un bene di tutti

05.000
  3.750
 
3.750 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 5.000 firme.

No alla "fermata LGBT" nella metro di Milano: è un bene di tutti


La metropolitana è di tutti -- no all'uso politico!

#RiPortaVeneziaNormale

Petizione indirizzata a

Marco Granelli - Assessore Mobilità e Amabiente Milano

Luca Bianchi - Presidente ATM

- - - 

L'Agenzia di Trasporti Milanesi (ATM), su pressione del Comune di Milano che la controlla, ha deciso di lasciare in modo permanente l'allestimento "arcobaleno" della fermata metro di Porta Venezia, dedicato alle cause del movimento LGBT in occasione dell'ultimo Gay Pride.

Ma quali sono queste cause?

    • Matrimonio gay
    • Adozioni gay
    • Corsi scolastici sulla fluidità sessuale dei bambini
    • Utero in affitto
    • Poliamori/poligamia

Si tratta di cause ideologiche e politiche, totalmente divisive nella cittadinanza, peraltro largamente contraria a quasi tutte queste istanze.

La propaganza poltica è sacrosanta in democrazia, ma l'Amministrazione pubblica non può strumentalizzare i beni comuni ad uso e consumo di una specifica fazione ideologica e politica. Di questo passo ogni Amministrazione si sentirà autorizzata a regalare questo o quel pezzo della Città a entità politiche per fini meramente elettorali. Inaccettabile.

Il servizio di trasporto pubblico è finanziato coi soldi di tutti i cittadini e di tutti gli utenti: non è giusto usare una fermata metro per esaltare le idee di certi passeggeri a scapito di quelle di altri. Non esistono passeggeri di serie A e di serie B.

Firmando questa petizione chiediamo a Marco Granelli (Assessore Mobilità e Ambiente Milano) e a Luca Bianchi (Presidente ATM) di rispettare il Bene Comune e ripristinare lo stato normale della fermata metro di Porta Venezia.

Firma subito e #RiPortaVeneziaNormale!

+ Letter to:

Firma subito questa petizione!

 
Please enter your first name
Please enter your last name
Please enter your email
Please enter your country
Please enter your zip code
Per firmare seleziona una voce:
Trattiamo i tuoi dati personali in conformità con la nostra Informativa sulla privacy e ai nostri Termini di servizio.Firmando la presente accetta i Termini di Uso e la Policy della Fondazione CitizenGO, e accetta di ricevere in futuro altre comunicazioni sulle nostre attività e campagne. Può ritirare il consenso prestato in qualsiasi momento e senza alcun impegno. Grazie.

La metro è di tutti: no a Porta Venezia arcobaleno! #RiPortaVeneziaNormale


#RiPortaVeneziaNormale

La metropolitana di Milano è di tutti - ed è pagata da tutti!

La scelta di 'regalare' la fermata metro di Porta Venezia al movimento politico LGBT lasciando in via permanente gli allestimenti del Gay Pride viola la neutralità politica che deve connotare gli spazi pubblici di utilità comune. Non è giusto usare servizi pubblici per esaltare le idee di certi passeggeri a scapito di quelle di altri.

Il movimento LGBT è politicamente attivo per l'introduzione nelle scuole di corsi sulla fluidità sessuale dei bambini e per leggi sulle adozioni gay e sull'utero in affitto: temi estremamente divisivi nella cittadinanza che non possono essere sbandierati come patrimonio comune da valorizzare in modo così propagandistico per fini elettorali. 

Chiedo al Comune di Milano e all'ATM di ripristinare immediatamente lo stato normale di Porta Venezia, e di rispettare il concetto stesso di Bene Comune.


Cordialmente

No alla "fermata LGBT" nella metro di Milano: è un bene di tutti

Firma subito questa petizione!

05.000
  3.750
 
3.750 persone hanno firmato. Aiutaci a raggiungere l'obiettivo 5.000 firme.