Basta perseguitare la famiglia Wunderlich! Appello al Governo tedesco

CHIEDIAMO LIBERTÀ EDUCATIVA

 

Basta perseguitare la famiglia Wunderlich! Appello al Governo tedesco

victory
0100.000
  51.911
 
51.911 people have signed.

Basta perseguitare la famiglia Wunderlich! Appello al Governo tedesco

Cosa faresti se i tuoi figli ti fossero portati via perché il Governo disapprova il modo in cui hai scelto di dirigere la loro educazione e istruzione? Nel 2013, Dirk e Petra Wunderlich, coniugi tedeschi, si sono svegliati scoprendo che la polizia e gli assistenti sociali tedeschi erano venuti a prendere in custodia i loro quattro figli. Perché? Dirk e Petra hanno scelto di educare in casa i loro figli, come consentito in diverse legislature del mondo (anche in Italia, benché si sappia poco). In Germania però l'educazione parentale è illegale. La Germania è quasi unica al riguardo, poiché la maggior parte dei Paesi europei consente ai genitori di scegliere se educare direttamente i loro figli. L'unico crimine di cui Dirk e Petra erano colpevoli era di aver voluto istriure i figli nel modo che ritenevano più consono. Le loro vite private sono state devastate, e la loro famiglia è stata smembrata a forza dallo Stato perché, come cristiani praticanti, i genitori hanno scelto di assumere un maggiore livello di responsabilità nella crescita dei loro figli. Il divieto della Germania di insegnare a casa è previsto dalle leggi del 1919 e rappresenta le vestigia di una nazione che si ritrae dal condurre una guerra nazionalistica. Da allora ha firmato diversi trattati internazionali sui diritti umani e si vuole porre come un baluardo di tolleranza pluralistica in Europa. Eppure, non consente ai genitori di educare i loro figli a casa. La famiglia ha portato il proprio caso davanti alla Corte Europea dei Diritti dell'Uomo per chiedere giustizia e vedere i loro diritti genitoriali confermati. Purtroppo, la quinta sezione della Corte ha stabilito che il diritto della famiglia Wunderlich al rispetto della vita privata e familiare, ai sensi dell'articolo 8 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo, non è stato violato. Robert Clarke, direttore dell'Ufficio Europeo di Alleance Defending Freedom (Alleanza a Difesa della Libertà) e consulente legale per la famiglia, ha risposto che la sentenza "ignora i diritti dei genitori di tutta Europa di crescere i propri figli senza interferenze sproporzionate da parte dello Stato. Petra e Dirk Wunderlich volevano semplicemente educare i loro figli in linea con le loro convinzioni cristiane e hanno deciso che il loro ambiente domestico sarebbe stato il posto migliore per questo. I ragazzi meritano questa amorevole cura dai loro genitori". Nonostante la sentenza negativa, la Corte ha ammesso che le azioni delle autorità tedesche nel portare via i figli di Dirk e Petra sono state "imprudenti", e che comunque l'educazione impartita dai genitori ai figli nel contesto domestico non ha in alcun modo compromesso il loro benessere intellettuale e generale. Alla famiglia è ora lasciata la possibilità di indirizzare il caso alla Grande Camera della Corte europea dei diritti dell'uomo, il più alto livello della Corte, per un secondo grado di giudizio. "È una giornata molto scoraggiante per la nostra famiglia e le molte famiglie colpite da questa decisione in Germania. Dopo anni di lotte legali, questo è estremamente frustrante per noi e per i nostri figli. È sconvolgente che la Corte Europea non abbia riconosciuto le ingiustizie che abbiamo subito da parte delle autorità tedesche", ha dichiarato Dirk Wunderlich, il padre dei bambini. Indipendentemente dall'esito di questo caso a livello europeo, è importante mostrare al Governo e ai media tedeschi che non siamo d'accordo sulla limitazione del diritto fondamentale dei genitori di educare i loro figli e dirigere la loro educazione. Poche settimane dopo la sentenza della Corte europea, la famiglia ha ricevuto una lettera da un tribunale tedesco che contestava nuovamente la custodia dei loro figli, aprendo alla possibilità che le autorità possano di nuovo sottrarre i bambini ai loro genitori. Non possiamo abbandonare questa famiglia, ma stare al loro fianco. Il loro caso ha già innescato un dibattito sul fatto che le leggi scolastiche tedesche siano obsolete e che dovrebbero essere riviste. Non c'è da stupirsi che le autorità abbiano deciso di perseguitarli di nuovo. Incoraggiamo tutti a firmare questa petizione in difesa della famiglia Wunderlich. Invitiamo il Governo tedesco a modificare la legge nazionale in modo che i genitori possano educare i loro figli e dirigere la loro educazione. Il governo tedesco dovrebbe anche prevedere limiti di salvaguardia contro una penetrazione eccessiva delle istituzioni statali nella vita familiare e privata dei cittadini.

+ Letter to:

This petition is...

Victory!

Bildungsfreiheit für Wunderlich!

Basta perseguitare la famiglia Wunderlich! Appello al Governo tedesco

Firma subito questa petizione!

0100.000
  51.911
 
51.911 people have signed.